AIUTATI CHE DIO TI AIUTA

Aiutati che Dio ti aiuta, quante volte la mia cara nonna Angela ripeteva questa frase…e io la guardavo sorridendo con mia sorella, come quando diceva “oi, passame lo sssuccaro” invece di: “mi puoi passare lo zucchero?”… che ridere senza pensieri! Sono passati tanti anni, la mente va all’infinito come un Tempo parallelo. E in tutti questi anni, sembra che dentro di me, non sia passato così tanto tempo e il rapporto tra l’infinito dell’Essere e la “realtà” cronologica della vita non combaciano perfettamente… per fortuna! Con questa breve e semplice introduzione dedicata alla mia nonna apro l’articolo: Aiutati che Dio ti aiuta.

Cosa ha significato e significa per me, nel mio percorso di ricerca e nella mia vita che è in connessione con il Tutto e le sue parti? Questa frase, mi accompagna in ogni azzardo che faccio; In ogni decisione che prendo; in ogni azione che intraprendo. E’ la sperimentazione pura, la ricerca indipendente, il sentiero da aprire per lasciare qualche traccia. Non importa quanto ho sbagliato, ho fallito o centrato il bersaglio; la cosa importante è che l’ho fatto e senza ombra di dubbio quell’azione scatenata dall’istinto, raffinata con il pensiero, è diventata Vera e Reale… insomma R-Esistente.

Ho sempre immaginato, sia nel mio percorso artistico che progettuale, di materializzare un qualcosa che non si capiva bene come e quando poteva essere compresa o utilizzata; Ebbene, quel qualcosa, con il tempo è diventata per il mio lavoro, un punto di riferimento continuo; un codice importante da decodificare ogni volta cambiando la password e aggiornando i dati. Tutto questo è a livello di macchina umana e non come intelligenza artificiali. E’ la Matrice della mia Macchina; detta così sembra che parli di un film di fantascienza, ma la realtà è che tutti abbiamo una Matrice ben precisa che ci dà accesso ai Mondi e al Cosmo sia nel suo Macro, che nel suo Medio, che nel suo Micro. La mia Matrice è legata al nome di Mater (Madre) e decodificata come Universale o Stellata: https://pamelaferri.com/2020/02/08/matricemater-stellata-o-universale/

Partendo dal codice base del linguaggio della MatriceMater Universale o Stellata vi presento alcune sue materializzazioni in grande scala attuate sia come progetti di spazi interni, sia come strutture esterne/interne pensate a livello d’installazione artistica che come puro corpo strutturale. Le due cose in realtà, sono le due facce della stessa medaglia, e alcune volte viene testa e altre croce!


2019 “M – ENNESIMA _INSTALLAZIONE STRUTTURALE SITE SPECIFIC” di Pamela Ferri a cura di Cristina Ettori – Organizzato da Rotary Club Soncino e Orzinuovi e con il patrocinio del Comune di Soncino. Link di riferimento: https://pamelaferri.com/m-ennesima-installazione-strutturale/https://archello.com/project/m-ennesimasite-specific-structural-installation


2015      “STRELITZIA_FIORE ALCHEMICO” di Pamela Ferri  per  @Inchiostro depArture” a cura di ZOE impresa sociale_ Stazione di Rogoredo_dal 28 Aprile all’ 8 Maggio. In collaborazione con Centostazioni S.p.A. (Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane e Gruppo Save) e il patrocinio di EXPO2015 . Link di riferimento: https://pamelaferri.com/strelitzia-fiore-alchemico/


2011       Struttura Installativa (X)enZero di Pamela Ferri: ricerca-sperimentazione e realizzazione di una installazione strutturale multi-funzionale a configurazione continua. Link di riferimento: https://pamelaferri.com/installazioni-strutturali/https://www.archilovers.com/projects/198295/stuttura-x-enzero-di-pamela-ferri.html


2008        MatriceMater TempoR(e)ale = Geometrie Zumoidi per la vita domestica di Pamela Ferri : Realizzazione di un appartamento a Roma (casa Artale). Progetto di Pamela Ferri. Committente: Marina Artale. Impresa: Urban New Project srl. Testo di Matteo Poli, foto di Giovanna Silva. Abitare n. 488. Numero spaciale: Ossigeno Italiano. Link di riferimento: https://pamelaferri.com/casa-artale/https://archello.com/project/artale-house-2


2006     MatriceMater TempoR(e)ale = Geometrie Spaziali di Pamela Ferri : Realizzazione del Night Club “A TuxTu”_Roma; “Disco Merz” Testo di Carlo Antonelli_ da Domus n. 894 e Domus China n.007_ a cura di Laura Masceroni e Matteo Poli_ progetto di Pamela ferri_ foto di Ramak Fazel. Link di rifermimento: https://pamelaferri.com/night-club-a-tu-x-tu/


Nel prossimo racconto della Matrice saranno evidenziate le sue dimensioni Medie… un percorso a tappe che mi piace raccontare! Vi saluto sempre con un po di musica nel sangue e nell’Anima!

Pamela

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...